Cos’è il Coaching?

May 06, 2022

Secondo AICP (Associazione Italiana Coach Professionisti), il Coaching è un metodo di sviluppo che si basa sull’allenamento delle potenzialità con il fine ultimo di raggiungere gli obiettivi definiti dal cliente (coachee) o dal committente (ad esempio, l’azienda dove si lavora) 

Il Coaching è un processo che porta le persone ad acquisire consapevolezza e a raggiungere i propri obiettivi migliorando le proprie performance comportamentali. Con il Coaching si lavora sempre in abbondanza, incrementando la consapevolezza di risorse e abilità. Osservazione e feedback sono due elementi che permettono al coach di far maturare maggiore consapevolezza nel coachee. In un percorso di Coaching, il Coach accompagna il proprio coachee lungo un viaggio durante il quale si impegna ad applicare un metodo e a lavorare sui contenuti introdotti interamente dal coachee. Il punto di partenza di una sessione di Coaching è il presente, inclusivo di idee e convinzioni. Il Coach permette al coachee di costruire il suo obiettivo e di acquisire maggiore consapevolezza facendo un salto nel futuro desiderato. In seguito, il due definiranno insieme i KPI di riferimento per monitorare il percorso.  

La definizione degli obiettivi è il cuore del lavoro di un coach. Infatti, senza obiettivi non potranno essere date ricompense e feedback. Nel coaching il fine è l’elemento verso il quale il quale il coachee dirige uno sforzo e un’ambizione. Un obiettivo ben formato, infatti, deve essere:  

Espresso in positivo  

Infatti, è più semplice indirizzare il coachee verso un obiettivo espresso in positivo invece che “distoglierlo” da qualcosa di negativo.  

Verificabile  

Un obiettivo è utile quando abbiamo modo di misurarne l’avanzamento e notificare i progressi. I criteri variano da persona a persona e per questo è importante che il coach li definisca insieme al coachee verificando quali sono le sue priorità e criteri di misurazione.  

Realizzabile autonomamente  

È responsabilità del Coach sensibilizzare il coachee verso un processo di realizzazione dell’obiettivo che dipenda da lui/lei. Il coach deve quindi aiutare il cliente a sviluppare una flessibilità di comportamento appropriata mettendo il focus sulle sue azioni e non su quelle altrui.  

Preservare gli effetti positivi dello stato presente  

Il Coach deve analizzare le ripercussioni dei risultati desiderati e preparare il coachee ad affrontarle al meglio. Infatti, a volte un cambiamento di comportamento porta a delle difficoltà che possono essere anche maggiori rispetto all’obiettivo iniziale. Per esempio, una persona che decide di seguire una dieta per perdere peso perderà la gratificazione presente data dal cibo e, di conseguenza, dovrà essere sostituita da un’altra gratificazione che permetta al coachee di restare motivato e proseguire il suo percorso verso l’obiettivo.  

Contestualizzato ed ecologico  

Bisogna analizzare i contesti in cui il coachee desidera raggiungere l’obiettivo. Il coach deve supportare il coachee nel processo di identificazione delle influenze che potrebbe subire verso il raggiungimento dell’obiettivo le condizioni desiderate per il raggiungimento. 

 

Chi è il Coach? 

Il Coach è un alleato che crea motivazione nel coachee grazie al rapporto di fiducia. Ogni coach supporta il proprio coachee credendo nelle sue potenzialità e negli strumenti che ha a disposizione per andare in una determinata direzione. Un bravo Coach, infatti, riesce a riconoscere i valori di una persona, i suoi bisogni e le sue fonti di motivazione rendendoli un booster per la performance.  

Accoglienza, ascolto attivo, alleanza e autenticità le 4A che caratterizzano un Coach. Accoglienza: il coachee deve sentirsi accolto e a suo agio con il proprio Coach. L’accoglienza permette al coachee di aprirsi, non sentirsi giudicato in un ambiente protetto.  

Ascolto attivo: ascoltare è la più grande sfida di un coach. Dietro ad ogni parola si nasconde un significato. È un lavoro di analisi: il Coach approfondisce quelle espressioni e parole che, come una calamita, sono finite incollate sul foglio degli appunti. 

Alleanza: Coach e coachee sviluppano un rapporto di fiducia, sono alla pari alleati per raggiungere un obiettivo.  

Autenticità: il dialogo è autentico, ogni Coach ha il suo stile e durante una sessione resta se stesso per portare il massimo vantaggio al coachee. 

A cura di Chiara Covelli - “Penso da Coach, divento la migliore versione di me stessa” 

Close

50% Complete

Two Step

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua.